Si può posare il parquet su un pavimento esistente? Pro e contro

Stai rinnovando la pavimentazione della tua casa e ti stai chiedendo se sia una buona idea posare il parquet su un pavimento esistente? Sicuramente il parquet si presta bene a quest’operazione, tuttavia ci sono diversi pro e contro: si tratta di un lavoro che ti permette di cambiare velocemente l’aspetto della tua casa, ma che richiede attente valutazioni e accorgimenti. Infatti, non solo le tue esigenze ma, in particolare, la tipologia e lo stato del tuo pavimento di partenza incidono molto sul tipo di posa del tuo nuovo parquet. Ecco, quindi, qualche consiglio per realizzare il tuo parquet sopra al pavimento senza sgradevoli sorprese.

 

Durante una ristrutturazione, emerge spesso l’esigenza di cambiare il pavimento, dettata sia da motivi estetici, che da motivi pratici e funzionali, come la demolizione dei muri, una nuova distribuzione degli spazi o il rifacimento degli impianti. Per questo, sopra un vecchio pavimento rivestito in piastrelle, sono in molti ad applicare un pavimento in legno prefinito, riducendo ulteriormente i tempi e i costi dei lavori di ristrutturazione grazie alla possibilità di evitare lo smantellamento, il trasporto e lo smaltimento della pavimentazione originale.

Prima di posare il parquet sul pavimento esistente, però, occorre analizzare con attenzione la qualità e il materiale già presenti nell’abitazione. Solo dopo questa prima analisi è possibile scegliere la soluzione che ti permetta di realizzare una pavimentazione di copertura.

In Italia il caso più comune è quello di dover coprire un pavimento in piastrelle, che può essere stato realizzato con gres porcellanato, piastrelle monocottura o cotto artigianale e ceramica. A seconda del pavimento e dopo aver verificato lo stato in cui si trova, potrai procedere con la scelta della tecnica di posa del tuo nuovo parquet.

Nel caso di pavimentazione preesistente con piastrelle, potrai verificare l’effettiva solidità battendo superficialmente le ceramiche o le pietre. Se segue un suono “vuoto”, significa che la pavimentazione si è scollata dal massetto e potrebbe creare, se non sistemata, problemi di instabilità al parquet. Se, invece, dopo le necessarie verifiche, hai constatato la solidità della pavimentazione esistente, si potrà procedere, tramite l’utilizzo di uno speciale macchinario, a eliminare lo strato superficiale e poi alla posa del parquet sopra al pavimento.

I PRO DEL PARQUET SOPRA UN PAVIMENTO PREESISTENTE

I vantaggi di questa soluzione sono diversi:

  • risparmio! Puoi infatti liberarti della vista delle vecchie piastrelle e avere un look nuovo per la tua casa senza dover spendere denaro per rimuoverle e farle portar via;
  • comodità: non dovrai infatti cambiare le porte e i serramenti oppure farli modificare visto che per questo tipo di lavorazioni si scelgono pavimenti a basso spessore.
  • velocità: potrai cambiare lo stile della tua casa in un tempo molto più breve visto che non dovrai rimuovere la precedente pavimentazione.

Se ci sono tanti vantaggi nel posare un parquet su un pavimento esistente, ci sono anche alcuni contro da tenere in considerazione. Questa soluzione non va bene, come già scritto, per tutti i pavimenti o per case che hanno problemi di infiltrazioni e di condensa, che rovinerebbero irrimediabilmente il legno. Se vuoi quindi posare il parquet su vecchie piastrelle o su un vecchio pavimento sappi comunque che la fase di analisi della situazione è fondamentale per evitare problemi dopo alcuni mesi dal montaggio.

LA NOSTRA SOLUZIONE: LIGHTWOOD

Con la nostra collezione Lightwood puoi ricoprire il pavimento esistente e grazie alla tipologia alta 8 mm, usare il pavimento in legno di alta qualità Garofoli per dare un nuovo aspetto alla tua casa.

Lightwood è un pavimento in legno composto da uno strato nobile di 2mm supportato da 6mm di multistrato marino, per un totale di 8mm.

I VANTAGGI

  • La caratteristica che lo rende decisamente adatto a ricoprire un pavimento preesistente è che i suoi 2 mm di rovere sono realizzati con rovere bianco americano particolarmente resistente al calpestio e ai graffi.
  • Il pavimento in legno Lightwood è inoltre adatto anche ad essere installato su pareti e soffitti. Quindi lo puoi scegliere anche come rivestimento.
  • Lightwood è disponibile sia con finitura ad olio che verniciato.
  • Lo spessore di 8 mm consente ai listoni di essere più flessibili e quindi di poter essere utilizzati anche su pareti che hanno leggere curvature.
  • Il pavimento in legno Lightwood è disponibile sia nella versione da 8 mm che da 11 mm quindi puoi avere la stessa finitura pur scegliendo diversi spessori a seconda della necessità.

 

Garofoli Parquet Rovere Wenge

Porte in legno massiccio collezione Classica

Parquet rovere nero Garofoli platinum

 

La collezione di pavimento in legno Lightwood utile per ricoprire un pavimento esistente è disponibile in tantissime finiture, dalle più chiare come il rovere laccato bianco a poro alle più scure, come il Rovere Nero Profondo.

 

Garofoli Parquet Rovere Laccato Tortora

Trova negozio parquet

Vuoi installare il nostro pavimento in legno a listoni dello spessore di 8mm sopra un pavimento esistente? Contatta un nostro punto vendita per ricevere la consulenza di specialisti nel mondo dell’edilizia e dell’arredo.