Funzionamento e struttura delle porte scorrevoli

Le porte scorrevoli sono spesso utilizzate in differenti progetti residenziali, sia per fini pratici, per esempio guadagnare spazio, che estetici. Le porte scorrevoli infatti non sono un ripiego ma una tipologia estremamente elegante e di design. Le soluzioni a scorrimento sono molto versatili: possono essere usate nel caso di piccole abitazioni che hanno bisogno della massima praticità, ma anche nel caso di abitazioni con vani molto ampi, che possono essere valorizzati da vetrate scorrevoli di vario tipo. In questo articolo ci soffermeremo in particolare sulla struttura delle porte scorrevoli, vedendo quindi quali sono le differenze strutturali tra le scorrevoli interno ed esterno muro, oltre a mostrarti alcune idee che possono essere d’ispirazione per il tuo progetto.

Le porte con sistema di apertura a scorrimento sono caratterizzate da un’apertura alternativa a quella a battente e sono una soluzione sempre più apprezzata per separare e arredare diversi contesti. Proprio la struttura delle porte scorrevoli le rende la soluzione salva spazio perfetta per le stanze di piccole dimensioni, in quanto permette di recuperare l’ingombro occupato solitamente dall’anta di una classica porta a battente. Spesso questa tipologia di apertura risulta indispensabile in monolocali e bilocali oppure per dividere piccoli bagni, ripostigli e corridoi molto stretti. Tuttavia, come precedentemente accennato, sono ideali anche per open space e ville. Le ampie vetrate scorrevoli permettono infatti di modulare lo spazio a seconda dell’esigenza.

 

Porta con vetro colore verde

 

All’utilizzo funzionale di porte e vetrate scorrevoli si abbina, dunque, anche quello estetico: le porte con questa tipologia di apertura, infatti, aiutano a dare un senso di continuità agli ambienti collegando i diversi vani e, allo stesso tempo, delimitandoli. Un tipico utilizzo della porta scorrevole è ad esempio tra la cucina e il soggiorno o tra la cucina e la sala da pranzo, come quella nell’immagine  qui sotto.

 

Porta scorrevole in vetro Garofoli con binario a soffitto

 

PORTE SCORREVOLI: LA STRUTTURA

Le porte scorrevoli sono capaci di adattarsi a contesti anche molto diversi e, nonostante siano estremamente apprezzate per la loro funzione salvaspazio, sono un’ottima idea per separare con discrezione vani, cabine armadio, ripostigli e locali di servizio. Queste porte esistono ormai in tanti modelli diversi: si va dalle porte a scomparsa, che scorrono all’interno del muro e quindi permettono di evitare completamente l’ingombro dell’anta, alle soluzioni con binario a soffitto come quella sottostante, oppure a quelle con meccanismo a parete, che permette di far scorrere l’anta lungo il muro.

 

Porta in vetro scorrevole per bagno

 

Dunque, prima di valutare però qual è la porta scorrevole che fa al caso tuo, occorre in primo luogo distinguere tra due tipologie tra cui scegliere a seconda delle esigenze:

  • porte scorrevoli interno muro;
  • porte scorrevoli esterno muro.

Nell’ampio catalogo di porte scorrevoli Garofoli, sono presenti entrambe le tipologie, disponibili in vari materiali, quali legno, vetro e laminato, e che hanno ovviamente caratteristiche e strutture differenti. Infatti, nel caso delle porte scorrevoli interno muro, grazie a un controtelaio scatolare l’anta scorrevole scompare nello spessore della parete. Prima di optare per questa tipologia di porta è quindi importante verificare che quest’ultima non contenga pilastri o canne fumarie. Che sia in legno, vetro o laminato, la struttura della porta scorrevole interno muro ha il vantaggio di garantire dunque il massimo risultato nel salvare spazio ed un impatto estetico elegante e minimale.

 

Porta laccata scorrevole con vetro

 

In questo caso, dunque, l’apertura della porta scorrevole avviene all’interno della muratura tramite un apposito sistema, comunemente conosciuto con il nome di controtelaio, con cui si intende un cassonetto metallico che permette alla porta di scorrere e scomparire nella parete, accogliendola al suo interno. Ovviamente, a seconda della tipologia di controtelaio adottato, si potranno ottenere una molteplicità di aperture diverse. Per scegliere il corretto modello di controtelaio bisogna sempre tener conto di alcuni fattori chiave, che sono:

  • la tipologia della porta: il controtelaio sarà diverso se la porta è con stipiti oppure senza stipiti, come nel caso delle porte Filomuro. Per ognuna di queste soluzioni è necessario adottare un controtelaio specifico.
  • della tipologia di apertura: le porte scorrevoli possono essere anche telescopiche (ideali per vani grandi) e a doppia anta e ognuna di queste aperture avrà un suo controtelaio specifico.
  • il materiale costruttivo delle pareti: esistono controtelai specifici sia per pareti intonaco che per pareti a secco, ovvero in cartongesso.

 

Porta scorrevole a scomparsa Garofoli

 

In particolare, tornando alla struttura per la porta scorrevole, devi sapere che il controtelaio delle porte scorrevoli interno muro è composto da una cassa interna alla parete, da un sistema di scorrimento (binario) posta nella parte superiore che consente all’anta di scorrere all’interno del muro e da un montante verticale di battuta che riceve la porta in chiusura.

 

 

Questa sezione, fondamentale per la struttura della porta scorrevole, deve rispettare determinati requisiti di affidabilità e durata nel tempo: deve essere resistente quanto la parete e deve permettere la manutenzione dello stesso senza dover intaccare il muro e deve anche garantire fluidità e leggerezza nel movimento della porta. Infine, essendo parte integrante del muro, il controtelaio non deve alterare l’aspetto e la consistenza della parete.

 

Porta moderna scorrevole a mantovana

 

STRUTTURA DELLA PORTA SCORREVOLE ESTERNO MURO

Altra tipologia è la porta scorrevole esterno muro: grazie a binari telescopici o guide di scorrimento l’anta scorre parallela al muro o a un pannello in vetro, e vi si sovrappone. La struttura della porta scorrevole esterna rende quindi questa porta molto decorativa e meno impegnativa a livello di tempi e costi di posa: non richiede infatti lavori di muratura invasivi ed è molto decorativa.

Di porte scorrevoli con binario esterno ne esistono di diverse tipologie e si differenziano per il tipo di meccanismo che fa scorrere la porta nonché per la resa estetica. Nell’immagine ti mostriamo il binario Roller, un tipo di meccanismo dal design moderno, adatto per interni contemporanei e minimali.

 

Porta-scorrevole-vetro-Garofoli-Binario-Roller

 

Un altro modello molto apprezzato tra le porte in vetro con binario a vista è il Trio. Un binario metallico con ganci di scorrimento dalla forma molto particolare.

 

Porta scorrevole in vetro

 

In tutte le opzioni che ti abbiamo mostrato fino ad ora l’anta in vetro esalta la capacità della porta scorrevole di rendere anche più luminosi e aperti gli spazi. Come accennato, però, le porte scorrevoli con binario esterno si possono però scegliere anche con anta laccata, in legno o in laminato.

 

Porta scorrevole esterno muro Garofoli

 

Il meccanismo di scorrimento che fa parte della struttura della porta scorrevole  esterno muro in legno che vedi qui sotto, è uno dei più tradizionali: si tratta infatti di un modello a mantovana. Questa tipologia di porta scorrevole nasconde il meccanismo di scorrimento proprio dentro la mantovana e di norma viene selezionato nella stessa finitura e variante di legno presente nella porta, come in questo caso in cui è stata scelta la finitura Rovere Ice.

 

Porta scorrevole esterno muro a mantovana

 

Infine, un’altra opzione da valutare se il tuo progetto prevede uno stile asciutto e minimale, è quella di scegliere una porta scorrevole esterno muro con binario invisibile. In questo caso infatti, la struttura della porta scorrevole esterno muro è tale che il binario viene incassato al soffitto e quindi non si nota affatto. Riducendo al minimo la ferramenta visibile, si crea quindi un effetto in tendenza con le preferenze dell’interior design degli ultimi anni. Soprattutto se le porte scorrevoli sono a più ante, come nel progetto che segue, dove l’architetto ha scelto quattro ante (due scorrevoli e due fisse) con vetro rete Gold.

 

Porta scorrevole in vetro moderna

 

In conclusione, come i materiali, la aperture, i modelli e le finiture delle porte scorrevoli differiscono, anche la struttura delle porte scorrevoli è differente e influisce moltissimo sull’estetica e sulla funzionalità della porta. Per questo, se sei in fase di ristrutturazione o progettazione della tua casa, ti suggeriamo di tenerne conto.

TROVA NEGOZIO DI PORTE SCORREVOLI

Vuoi vedere dal vivo le nostre porte scorrevoli e la loro struttura? Contatta i nostri punti vendita a Roma, Milano, Bari, Napoli e in tutta Italia, riceverai l’assistenza di consulenti competenti ed esperti, che sapranno darti indicazioni sulle porte più adatte al tuo progetto.