Scegliere le porte: 5 errori da non fare

Tutto quello che devi sapere prima di iniziare una ristrutturazione
Guida alla scelta consapevole delle porte

Quando si inizia una ristrutturazione sono tante le cose da tenere in considerazione, a partire da come scegliere le porte. Spesso si pensa alle dimensioni e alle tipologie di porta in un secondo momento, invece è fondamentale fare questa scelta sin da subito, per non rischiare di dover poi rifare i lavori. Nella guida che puoi scaricare qui sotto trovi tutte le indicazioni per evitare i 5 errori più comuni nella scelta delle porte.

5 errori da non fare

1.Il primo errore da evitare è di scegliere la porta prima di aver valutato tutte le opzioni possibili. Le tipologie di apertura delle porte sono tante, oltre alla classica porta a battente puoi infatti scegliere tra porte scorrevoli interno muro e porte scorrevoli esterno muro, porte a libro (quelle che vengono anche chiamate porte pieghevoli), con apertura saloon o a bilico. A volte la porta giusta può farti risparmiare spazio e farti guadagnare in praticità. Il consiglio che ti diamo è quindi di farti illustrare tutte le possibilità da un rivenditore, così da poter valutare la più adatta per ogni ambiente.

2. Il secondo errore da non fare è quello di scegliere la porta dopo aver fatto i lavori di progettazione o ristrutturazione. Potresti infatti accorgerti che la soluzione ideale è una porta a tutta altezza oppure una porta con misure fuori standard. In questo caso dovresti quindi rifare i lavori e quindi spendere nuovamente denaro per una cosa che poteva invece già essere stata prevista.

 

porta vetro gidea G-Like filomuro

 

3. Il terzo errore è quello di scegliere la porta senza avere idea dei mobili in casa. La porta infatti è un elemento d’arredo e quindi è bene che sia coordinata allo stile degli spazi in cui viene collocata. Potresti ad esempio trovarti con una porta classica in un ambiente dallo stile molto moderno.

 

4. Il quarto errore è scegliere le porte dopo aver dipinto il muro. Può infatti accadere che la finitura di porta di cui ci si innamora non si adatti al colore con cui abbiamo fatto tinteggiare la parete oppure che la porta che vogliamo abbia un decoro particolare che non si accorda al muro. Meglio quindi valutare pittura e porta nello stesso momento.

 

5. Il quinto errore è quello di scegliere porte più strette di 60cm per cucina o bagno. Lavatrice, lavastoviglie e altri elettrodomestici misurano infatti 60cm o più, quindi è bene poterli inserire senza dover smontare la porta.

Vuoi info sui nostri prodotti?

Vuoi capire se le nostre porte e i nostri prodotti sono adatti al tuo progetto? Cerchi idee per la tua ristrutturazione #nostress? Scarica i cataloghi oppure chiedi info ai nostri punti vendita. Avrai il supporto di professionisti qualificati, con anni di esperienza nel settore dell’interior design.