Come prendere le misure delle porte interne: la guida | Garofoli

Misure porte interne: come prenderle con la guida di Garofoli

Stai ristrutturando oppure progettando la tua nuova casa e ti stai chiedendo come prendere le misure delle porte interne? Allora ti sarà utile sapere quali sono le misure standard delle porte interne, come gestire le porte interne fuori misura e avere con te una comoda guida che ti aiuti a fare un primo rilievo in autonomia prima di rivolgerti a un esperto. Leggi l’articolo e scopri passo dopo passo come prendere correttamente le misure delle porte da interno per non avere sorprese al momento dell’installazione.

COME SI PRENDONO LE MISURE DELLE PORTE INTERNE?

Per garantire la sicurezza e il comfort delle persone nella propria abitazione, così come nei luoghi pubblici, le normative edilizie dettano delle regole precise, anche in merito alle misure delle porte interne. Quando si prendono le misure delle porte interne è fondamentale aver presente sempre queste regole, in particolar modo se:

  • in casa ci sono persone con difficoltà motorie;
  • il progetto presenta disimpegni o corridoi che richiedono ingombri particolari dell’anta della porta.

Quando valutiamo la misura di una porta, infatti, non dobbiamo tenere in considerazione solo la larghezza e l’altezza del foro praticato nella parete per poterla installare, ma anche le dimensioni del telaio, la tipologia di porta (battente, scorrevole, a libro, ecc.), il senso dell’apertura della porta (destra o sinistra), la presenza di rivestimenti in ceramica sui muri adiacenti e l’ingombro dell’anta una volta aperta.

Considera inoltre che le dimensioni delle porte, quando sono a battente, impattano anche:

  • sull’arredo, perché l’anta, una volta aperta, non deve finire contro a un mobile. Oltre a rovinarlo, creerebbe problemi di passaggio limitando il libero movimento delle persone;
  • sulla disposizione degli interruttori della luce. Capita infatti che gli interruttori vengano messi erroneamente all’interno di una stanza dietro l’anta aperta, rendendo difficile per chi entra l’accensione della luce.

Fatte tutte le valutazioni del caso, misura l’altezza del vano muro, cioè la distanza tra il pavimento finito e la traversa controtelaio. Prosegui misurando la larghezza del vano muro, cioè la distanza tra un lato e l’altro del controtelaio.

Se lo spazio in una stanza è poco e vuoi guadagnare centimetri preziosi da destinare ad altro, puoi valutare (in alternativa alle porte a battente) una delle nostre soluzioni salvaspazio: dalle porte scorrevoli alle porte a libro oppure quelle rototraslanti, che rispondono all’esigenza di chi deve risparmiare spazio sull’ingombro dell’anta.

porta a libro laccata bianca Mix Miraquadra

PORTE INTERNE: MISURE STANDARD

La misura standard più conosciuta per le porte di casa, al netto della misura del telaio, è 800mm x 2100mm (80 cm di larghezza per 210 cm di altezza). Questo significa che con il telaio si arriva a circa 880mm x 2140mm (88 cm di larghezza per 214 cm di altezza). Le misure minime per le porte da interno, secondo le normative edilizie, sono di 750 mm se si deve garantire l’accesso a persone con disabilità e 600 mm in casi in cui si possa invece utilizzare una porta di dimensioni ridotte.

Le misure standard – che non implicano un sovrapprezzo al momento dell’acquisto – delle porte a battente Garofoli e Gidea sono le seguenti:

  • Altezza: 1950 mm; 2000 mm; 2050 mm; 2100 mm.
  • Larghezza: 600 mm; 650 mm; 700 mm; 750 mm; 800 mm; 900 mm.
  • Profondità: 70 mm; 80 mm; 90 mm; 100 mm; 110 mm; 120 mm.

 

La profondità è una misura troppo spesso sottovalutata, che invece ha grande rilevanza soprattutto quando si ristrutturano case antiche, con muri molto più spessi di quelli di oggi.

 

porta laccata bianca a battente miraquadra

PORTE INTERNE FUORI MISURA

Gli standard di riferimento riguardano le misure minime sotto le quali non è consentito scendere per garantire la sicurezza e un corretto utilizzo delle porte interne. Questo non significa che non sia possibile realizzare porte interne fuori misura personalizzandole in base allo stile e al design della propria casa.

In alcuni casi queste possono essere funzionali o esteticamente più idonee. I casi di solito sono tre:

  • Porte di dimensioni ridotte – ricordati però che il minimo per legge è 60 cm – necessarie per vani piccoli come ripostigli o sottoscala.
  • Porte extra large, scelte per il loro effetto scenografico oppure per progetti che puntano sulla maestosità.
  • Porte con forme particolari – ad esempio con l’anta superiore diagonale – spesso scelte per mansarde e sottotetti.

 

porta a filomuro garofoli obliqua

Come puoi notare da questo esempio la porta a filo muro è stata personalizzata nelle dimensioni per poter seguire perfettamente la forma del tetto.

filomuro intonacata

In questo caso invece la porta oversize, può raggiungere una larghezza di 1400 mm e fino a 3000 mm di altezza. Ante di queste dimensioni – per un nostro progetto abbiamo realizzato anche una porta speciale da 4m di altezza – sono più facilmente realizzabili in vetro e con apertura a bilico. Questo perché le ante in legno di grandi dimensioni peserebbero troppo sulle cerniere. Tieni quindi in considerazione che un’anta speciale in legno, laccato o laminato può raggiungere i 2700 mm di altezza.

Un trend molto diffuso nell’interior design sono le porte a tutta altezza, vale a dire quelle che arrivano fino al soffitto e permettono di:

  • mantenere uno stile più lineare, con un effetto più slanciato;
  • far entrare più luce una volta aperte.

Porta in vetro con dimensioni speciali

Se hai altre esigenze di personalizzazione, guarda anche le nostre porte speciali, adatte per ogni richiesta progettuale.

COME USARE LA GUIDA GAROFOLI PER LE MISURE DELLE PORTE

In conclusione, le misure delle porte interne possono essere standard o fuori misura – vi sono però delle dimensioni minime che devono essere in ogni caso rispettate.

I fattori da tenere in considerazione prima di annotare l’altezza e la larghezza del vano muro sono diversi: dalla tipologia di porte al senso dell’apertura della porta, dalla presenza di rivestimenti in ceramica sui muri adiacenti alla presenza di altre porte nella stessa stanza.

Abbiamo creato una guida ad hoc per consentirti di prendere le misure delle porte interne a battente con facilità: ti basta scaricarla, munirti di metro e rispondere passo dopo passo alle nostre domande.

Potrai così non solo annotare correttamente le misure base (larghezza e altezza del vano muro) ma considerare fattori che solitamente vengono sottovalutati ma che sono importanti per una corretta installazione delle porte interne.

SCARICA LA GUIDA

Se, invece, non sei ancora sicuro della tipologia di porta interna che più si allinea allo stile della tua casa, consulta la nostra guida alla scelta delle porte da interno o contattaci. Saremo lieti di supportarti nella scelta.

 

Trova negozio di porte da interni

Hai ancora dubbi sulle misure delle porte da interni? Stai valutando quali porte vuoi inserire in casa tua e vuoi i consigli dei nostri esperti per avere la sicurezza di non fare errori? Contatta il punto vendita Garofoli più vicino a te e usa la guida che hai appena scaricato per fornirgli le prime informazioni.